Comprare Capoten Online Italia

1 compressa contiene ingrediente attivo: captopril 25 mg o 50 mg di eccipienti: cellulosa microcristallina, amido di mais, acido stearico, lattosio.

Compresse da bianco a bianco con una tonalità cremosa di colore con un odore caratteristico. È consentito un leggero "marmo". Compresse da 25 mg - quadrato con bordi arrotondati, biconvesse con incisione trasversale su un lato e spremute la parola "SQUIBB" e il numero 452 - dall'altro; tavolette di 50 mg - ovale, biconcave con tacca da un lato e spremute la parola "SQUIBB" e il numero 482 dall'altro lato, avente un bordo smussato.

comprare capoten


ACE inibitore. Sopprime la formazione di angiotensina II ed elimina il suo effetto vasoconstrictivo sui vasi arteriosi e venosi. Riduce OPSS, postnagruzku, riduce la pressione sanguigna. Riduce il precarico, riduce la pressione nell'atrio destro e un piccolo cerchio di circolazione. Riduce la secrezione di aldosterone nelle ghiandole surrenali. L'effetto ipotensivo massimo è osservato entro 60-90 minuti dall'ingestione. Il grado di diminuzione della pressione sanguigna è lo stesso in posizione di posizione e di posizione del paziente.

L'efficacia e la sicurezza del captopril nei bambini non sono stabiliti. La letteratura descrive l'esperienza limitata nell'uso del captopril nei bambini. I bambini, specialmente i neonati, possono essere più inclini a sviluppare effetti collaterali emodinamici. Ci sono stati casi di sviluppo di eccessivo, prolungato e imprevedibile aumento della pressione sanguigna, nonché delle complicanze ad esso correlate, tra cui oliguria e convulsioni.

Quando ingerito rapidamente assorbito dal tratto digestivo. Il Cmax nel plasma ematico viene raggiunto circa 1 ora dopo la somministrazione. La biodisponibilità del captopril è del 60-70%. L'assunzione di cibo simultanea rallenta l'assorbimento del farmaco del 30-40%.

Distribuzione. La legame alle proteine del sangue è del 25-30%. Allevamento. T1 / 2 è di 2-3 ore. Il farmaco viene escreto dal corpo principalmente con l'urina, fino al 50% invariato, il resto - in forma di metaboliti.

Testimonianza


    - ipertensione arteriosa, incl. reno;

    - insufficienza cardiaca cronica (come parte della terapia combinata);

    - violazioni della funzione del ventricolo sinistro dopo un precedente infarto miocardico in uno stato clinicamente stabile;

    - nefropatia diabetica in background di diabete mellito di tipo 1 (per albuminuria> 30 mg / die).

Controindicazioni


    - angioedema (edema di Quincke) in una anamnesi associata all'uso di ACE inibitori;

    - angioedema ereditario / idiopatico;

    - grave disfunzione renale;

    - gravi lesioni epatiche;

    - ipercalemia refrattaria;

    - stenosi bilaterale delle arterie renali o stenosi dell'arteria di un singolo rene con azotemia progressiva;

    - stato dopo il trapianto di reni;

    - stenosi dell'arte aortica e cambiamenti ostruttivi simili che ostacolano il deflusso di sangue dal ventricolo sinistro;

    - uso simultaneo con aliskiren e aliskirenoderzhaschimi in pazienti con diabete mellito o compromissione della funzionalità renale (GFR inferiore a 60 ml / min);

    - l'intolleranza al lattosio, la carenza di lattasi e la sindrome da malassorbimento del glucosio-galattosio;

    - gravidanza;

    - periodo di allattamento (allattamento al seno);

    - età inferiore a 18 anni (efficacia e sicurezza non stabiliti);

    - ipersensibilità ai componenti del farmaco e altri inibitori ACE.

Con cautela dovrebbe prescrivere il farmaco in gravi patologie autoimmuni del tessuto connettivo (tra cui SLE, sclerodermia); oppressione dell'emotopoiesi del midollo osseo (rischio di neutropenia e agranulocitosi); ischemia del cervello; diabete mellito (aumentato rischio di ipercalemia); iperaldosteronismo primario; malattia coronarica; Condizioni accompagnate da una diminuzione della BCC (compreso il vomito, la diarrea); ipotensione arteriosa; violazioni della funzione renale e / o del fegato; insufficienza cardiaca cronica; intervento chirurgico / anestesia generale; pazienti con emodialisi; pazienti che seguono una dieta con ridotto apporto di sodio; durante emodialisi impiegando membrane (ad esempio, AN69), terapia desensibilizzante, LDL aferesi; uso concomitante di diuretici risparmiatori di potassio, potassio, preparazioni sostituto contenenti potassio, litio, preparazioni agenti immunosoppressori, allopurinolo, procainamide (rischio di sviluppare neutropenia, agranulocitosi); pazienti anziani (necessari aggiustamenti della dose); razza Negro di pazienti.

modafinil

Dosaggio

Il farmaco viene somministrato per via orale per un'ora prima dei pasti. Il regime di dosaggio è impostato individualmente.

Con l'ipertensione arteriosa, la dose iniziale è di 12,5 mg (1/2 tabella 25 mg) 2 volte al giorno. Se necessario, aumentare gradualmente la dose (con un intervallo di 2-4 settimane) fino a raggiungere l'effetto ottimale. Con l'ipertensione arteriosa lieve e moderata, la dose di mantenimento è di 25 mg 2 volte al giorno; la dose massima è di 50 mg 2 volte al giorno. In grave ipertensione arteriosa, la dose iniziale è di 12,5 mg (1/2 tabella 25 mg) 2 volte al giorno. La dose viene gradualmente aumentata fino ad una dose giornaliera massima di 150 mg (50 mg 3 volte al giorno).

In caso di insufficienza cardiaca cronica, la dose giornaliera iniziale è di 6,25 mg (1/4 tabella 25 mg) 3 volte al giorno. Se necessario, aumentare gradualmente la dose (ad intervalli non inferiori a 2 settimane). La dose di mantenimento è di 25 mg 2-3 volte al giorno. La dose giornaliera massima è di 150 mg. Se prima della nomina del farmaco Capoten, la terapia con diuretici è stata effettuata, è necessario escludere la presenza di una marcata diminuzione del contenuto di elettroliti e bcc.

Quando le violazioni della funzione ventricolare sinistra dopo l'infarto miocardico nei pazienti in uno stato clinicamente stabile, l'uso del farmaco può iniziare già 3 giorni dopo l'infarto miocardico. La dose iniziale è di 6,25 mg / die (1/4 tabella 25 mg), quindi la dose giornaliera può essere aumentata a 37,5-75 mg per 2-3 dosi (a seconda della tollerabilità del farmaco) fino ad un massimo di 150 mg / die.

Con la nefropatia diabetica il farmaco viene prescritto in una dose di 75-100 mg, suddivisa in 2-3 dosaggi. Nel diabete mellito di tipo 1 con microalbuminuria (clearance di albumina 30-300 mg / die) la dose del farmaco è 50 mg 2 volte al giorno. Con la proteinuria più di 500 mg / die il farmaco è efficace ad una dose di 25 mg 3 volte al giorno.

I pazienti con disfunzione renale moderata (CK ≥ 30 mL / min / 1,73 m2) vengono somministrati una dose di 75-100 mg / die. Nei disturbi gravi della funzione renale (CC <30 ml / min / 1,73 m2), la dose iniziale non è superiore a 12,5 mg / die (1/2 tabella 25 mg). In futuro, se necessario, la dose viene gradualmente aumentata (con intervalli sufficientemente grandi), ma utilizza una dose giornaliera più piccola del solito.

Per i pazienti anziani la dose viene selezionata singolarmente. Si raccomanda di iniziare il trattamento con una dose di 6,25 mg (1/4 tabella, 25 mg) 2 volte al giorno e, se possibile, mantenerlo a questo livello. Se necessario, anche diuretici a "loop" prescritti e non serie di diuretici tiazidici.

Overdose

Sintomi: brusca diminuzione della pressione sanguigna, shock, stupore, bradicardia, disturbi di acqua ed elettroliti equilibrio, insufficienza renale.

Trattamento: lavanda gastrica, somministrazione di adsorbenti e solfato di sodio per 30 minuti dopo l'ingestione, la somministrazione di cloruro di sodio allo 0,9% o altre preparazioni di plasma (pre paziente deve essere posto in posizione orizzontale con una testata bassa, poi prendere misure per ovviare bcc) Hepatology. Quando espressi bradicardia o reazioni vagali - atropina. Può essere considerato un pacemaker artificiale. La dialisi peritoneale non è efficace per la rimozione di captopril dal corpo.

modafinil

Interazioni farmacologiche

Nei pazienti che assumono farmaci diuretici, il farmaco Capoten può potenziare l'effetto ipotensivo. Un'azione simile è esercitata anche da una restrizione severa sull'assunzione di sale da tavola (diete prive di sale), emodialisi. Di solito, una eccessiva diminuzione della pressione sanguigna avviene entro la prima ora dopo aver preso la prima dose prescritta del farmaco Capoten.

Vasodilatatori (es. Nitroglicerina) in combinazione con il farmaco Capoten dovrebbero essere utilizzati con le dosi effettive più basse a causa del rischio di eccessiva riduzione della BP.

Bisogna fare attenzione quando accoppiati Capoten farmaco (con o senza un diuretico) e farmaci che influiscono sul sistema nervoso simpatico (ad esempio gangliari, alfa-bloccanti).

Quando l'applicazione congiunta del farmaco Capoten e indometacina (ed eventualmente altri FANS, come l'acido acetilsalicilico) può essere marcato riduzione azione ipotensiva, soprattutto in ipertensione arteriosa accompagnata da una bassa attività della renina. Nei pazienti con fattori di rischio (vecchiaia, ipovolemia, l'utilizzo contemporaneo di diuretici, insufficienza renale) utilizzo contemporaneo di FANS (compresi inibitori COX-2) e gli ACE-inibitori (compresi captopril) può portare ad un deterioramento della funzione renale, fino a insufficienza renale acuta. Di solito, la disfunzione renale in tali casi è reversibile. Deve controllare periodicamente la funzione renale nei pazienti che assumono il farmaco Capoten e NSAIDs.

Quando deve essere utilizzata la terapia con Capoten diuretici risparmiatori di potassio (ad esempio, triamterene, spironolattone, amiloride), integratori di potassio, integratori di potassio, sostituti del sale (contengono quantità significative di ioni potassio) solo quando hypokalemia provata dal il loro uso aumenta il rischio di ipercalemia.

Con l'uso simultaneo di ACE inibitori (specialmente in combinazione con un diuretico) e preparazioni litio può aumentare contenuto di litio nel siero del sangue, e pertanto la tossicità del litio farmaci. Determinare periodicamente il contenuto di litio nel siero.

Con l'uso simultaneo di insulina e ipoglicemizzanti per somministrazione orale, come i derivati ​​di sulfoniluree, con ACE inibitori, incluso cappa, eventualmente un'eccessiva caduta della concentrazione di glucosio nel sangue. E 'necessario monitorare la concentrazione di glucosio nel sangue all'inizio della terapia con cappuccio e, se necessario, regolare la dose di farmaco ipoglicemizzante.

Doppio blocco RAAS causati dall'uso simultaneo di ACE e antagonisti dell'angiotensina II o aliskiren e aliskirensoderzhaschih farmaci era associato con una maggiore incidenza di effetti collaterali come inibitori ipotensione arteriosa, iperkaliemia, diminuzione della funzione renale (inclusa insufficienza renale acuta).

L'uso del farmaco Capoten nei pazienti che ricevono allopurinolo o procainamide, aumenta il rischio di sviluppare la neutropenia e / o la sindrome di Stevens-Johnson.

L'uso del farmaco Capoten nei pazienti che assumono immunosoppressori (ad esempio, ciclofosfacina o azatioprina) aumenta il rischio di disturbi ematologici.

Istruzioni speciali

Prima dell'inizio, e anche regolarmente durante il trattamento con Capoten, la funzione renale deve essere monitorata. Nei pazienti con insufficienza cardiaca cronica, Capoten deve essere usato sotto stretto controllo medico.

Con l'uso di inibitori ACE, si osserva una caratteristica tosse non produttiva, che si ferma dopo l'abolizione della terapia con ACE inibitori.

In rari casi, con l'uso di inibitori ACE, c'è una sindrome che inizia con l'apparenza di ittero colestatico, che si trasforma in epatonecrosi fulminante, a volte con un esito letale. Il meccanismo di sviluppo di questa sindrome è sconosciuto. Se un paziente che riceve terapia ACE inibitore sviluppa l'ittero o un notevole aumento dell'attività enzimatica epatica, interrompere il trattamento con ACE inibitori e stabilire il monitoraggio del paziente.

In alcuni pazienti con malattie renali, in particolare con la stenosi dell'arteria renale grave, si è verificato un aumento delle concentrazioni di azoto urea e creatinina nel siero dopo aver abbassato la pressione sanguigna. Questo aumento è di solito reversibile dopo la sospensione della terapia con Capoten. In questi casi, può essere necessario ridurre la dose del farmaco Capoten e / o annullare il diuretico.

Nel contesto dell'uso prolungato del farmaco Capoten circa il 20% dei pazienti ha un aumento della concentrazione di urea e creatinina sierica di oltre il 20% rispetto alla norma o valore di riferimento. Meno del 5% dei pazienti, in particolare in gravi nefropatie richiesti interruzione del trattamento per l'aumento della concentrazione di creatinina.

Si sconsiglia l'uso di doppio blocco RAAS causata dalla ricezione simultanea di ACE-inibitori e antagonisti del recettore dell'angiotensina II o aliskiren e aliskirensoderzhaschih preparazioni perché è stato associato ad una maggiore incidenza di effetti collaterali come ipotensione arteriosa, iperkaliemia, riduzione della funzionalità renale (inclusa insufficienza renale acuta). Se l'uso concomitante di ACE inibitori e antagonisti del recettore dell'angiotensina II (doppio blocco RAAS) è necessario, il trattamento dovrebbe essere eseguita sotto controllo medico, e nello svolgimento continuo monitoraggio della funzione renale, elettroliti, sangue e la pressione sanguigna.

Non è consigliato l'uso combinato di ACE-inibitori e gli antagonisti del recettore dell'angiotensina II in pazienti con nefropatia diabetica.

In pazienti con ipertensione nell'applicazione del farmaco Capoten contrassegnato ipotensione è stata osservata solo in rari casi; la probabilità di questa condizione aumenta con una maggiore perdita di liquidi e sali (per esempio, dopo il trattamento intensivo con diuretici), in pazienti con insufficienza cardiaca o dialisi. Abilità brusco calo della pressione sanguigna può essere minimizzata quando la cancellazione provvisorio (per 4-7 giorni) apporto cloruro di sodio diuretico o aumento (circa una settimana prima della somministrazione), oppure assegnando Capoten farmaco all'inizio del trattamento a basse dosi (mg 6.25-12.5 / giorno).

Con cautela, il farmaco viene prescritto per i pazienti che seguono una dieta con un contenuto di sodio ridotto o una dieta priva di sale (un aumento del rischio di ipotensione e iperkaliemia).

L'eccessiva riduzione della pressione sanguigna può verificarsi nei pazienti durante le principali operazioni chirurgiche, nonché nell'uso di anestetici che hanno un effetto antipertensivo. In questi casi, misure per aumentare la BCC sono utilizzate per correggere la pressione sanguigna abbassata.

L'eccessiva riduzione della pressione sanguigna a causa dell'uso di farmaci antipertensivi può aumentare il rischio di infarto miocardico o ictus nei pazienti affetti da IHD o malattie cerebrovascolari. Durante lo sviluppo di ipotensione arteriosa, il paziente deve essere spostato in posizione orizzontale con una testa bassa. Può essere necessaria una soluzione di 0,9% di cloruro di sodio.

Si dovrebbe fare attenzione quando si utilizzano ACE inibitori nei pazienti con stenosi mitralica / aortica / cardiomiopatia ostruttiva ostruttiva; in caso di shock cardiogenico e di ostacolo emodinamicamente significativo, l'uso del farmaco non è raccomandato.

Nei pazienti che assumevano ACE inibitori, vi era neutropenia / agranulocitosi, trombocitopenia e anemia. Nei pazienti con funzionalità renale normale e in assenza di altri disturbi, la neutropenia è rara. Con insufficienza renale, l'uso simultaneo del farmaco Capoten e allopurinolo ha portato alla neutropenia.

Capoten farmaco deve essere usato con cautela in pazienti con malattie autoimmuni del tessuto connettivo, quelli trattati con agenti immunosoppressori, allopurinolo e procainamide, specialmente in presenza di disfunzione renale preesistente. A causa del fatto che la maggior parte delle morti neutropenia contro l'applicazione di ACE sviluppate in questi pazienti devono essere monitorati avere il numero di leucociti del sangue prima del trattamento, nei primi 3 mesi - ogni 2 settimane, e poi - una volta ogni 2 mesi.

Tutti i pazienti devono essere monitorati mensilmente per il numero di globuli bianchi nel sangue nei primi 3 mesi dopo l'inizio della terapia con Capoten, quindi ogni 2 mesi. Se il numero di conteggi inferiori 4000 / L, raffigurato con un totale ri-analisi del sangue, inferiore a 1000 / l - il farmaco viene interrotto, continuando monitoraggio del paziente. Di solito, il recupero del numero di neutrofili avviene entro 2 settimane dopo il ritiro del farmaco Capoten. Nel 13% dei casi, la neutropenia è stata fatale. In quasi tutti i casi, neutropenia letale osservato nei pazienti con disturbi del tessuto connettivo, insufficienza renale o cardiaca, nei pazienti trattati con immunosoppressori o una combinazione di entrambi questi fattori.

Con l'uso di ACE-inibitori possono essere contrassegnati proteinuria, soprattutto nei pazienti con funzione renale compromessa, così come l'uso del farmaco a dosi elevate. Nella maggior parte dei casi l'applicazione proteinuria Capoten farmaco è scomparso o ridotto grado di severità per 6 mesi, indipendentemente del farmaco fermato o meno. Indicatori della funzionalità renale (concentrazione di azoto ureico e creatinina) in pazienti con proteinuria erano quasi sempre entro i limiti normali. I pazienti con malattia renale dovrebbero determinare il contenuto proteico nelle urine prima del trattamento e periodicamente durante il corso della terapia. In alcuni casi, sullo sfondo dell'uso di ACE inibitori, incl. del farmaco Capoten, si osserva un aumento del potassio nel siero di sangue. Il rischio di iperkaliemia quando si utilizzano ACE-inibitori elevati in pazienti con insufficienza renale e diabete, così come diuretici risparmiatori di potassio ospite, integratori di potassio o altri farmaci che causano un aumento nel contenuto di potassio del sangue (per esempio, eparina). Dovresti evitare l'uso simultaneo di diuretici risparmiatori di potassio e preparati di potassio. Inoltre, quando si usano ACE inibitori contemporaneamente con diuretici tiazidici v'è il rischio di ipokaliemia, quindi in questi casi è necessario monitorare regolarmente il contenuto di potassio nel sangue durante il trattamento.

In emodialisi in pazienti trattati con ACE-inibitori deve essere evitato membrane di dialisi con elevata permeabilità (per esempio N69), perché in tali casi un aumento del rischio di reazioni anafilattoidi. reazioni anafilattiche sono state osservate nei pazienti sottoposti a procedura di aferesi LDL con il solfato di destrano. Si dovrebbe considerare l'uso di farmaci antiipertensivi di un'altra classe o di un altro tipo di membrana di dialisi.

In rari casi, la terapia degli ACE-inibitori è verificato reazioni anafilattoidi potenzialmente fatali in pazienti sottoposti a corso desensibilizzazione con veleno di imenotteri (api, vespe). In tali pazienti, queste reazioni sono state prevenute temporaneamente la sospensione della terapia con un ACE inibitore. Occorre prestare attenzione quando desensibilizzano tali pazienti.

Nel caso di angioedema, il farmaco viene ritirato e monitorato attentamente fino a quando i sintomi scompaiono completamente. L'edema angioneurotico della laringe può portare alla morte. Se localizzato gonfiore del viso, trattamento speciale non è di solito necessario (antistaminici possono essere impiegati per ridurre la gravità dei sintomi); nel caso in cui gonfiore diffusione sulla lingua, faringe o della laringe e non v'è minaccia per lo sviluppo di ostruzione delle vie aeree, dovrebbe entrare immediatamente epinefrina (adrenalina) p / (0,3-0,5 ml ad una diluizione di 1: 1000). In rari casi, i pazienti dopo trattamento con ACE inibitori intestinali è stato osservato edema angioneurotico, che è stato accompagnato da dolore addominale (nausea e vomito, o senza di loro), a volte - alla normale attività della C-1 esterasi e senza edema facciale preventiva. gonfiore intestinale deve essere incluso nello spettro di diagnosi differenziale di pazienti con disturbi di dolore nella cavità addominale durante l'uso di ACE-inibitori.

In rappresentanti della razza Negroid, sono stati osservati casi di sviluppo di angioedema con maggiore frequenza rispetto ai rappresentanti della corsa europea.

Gli inibitori ACE sono meno efficaci nei rappresentanti della razza Negroid rispetto ai pazienti della razza europea, che possono essere dovuti alla maggiore prevalenza della bassa attività renina nei rappresentanti della razza Negroid.

Nei pazienti con diabete che ricevono farmaci ipoglicemici (agenti ipoglicemizzanti per ingestione o insulina), il livello di glicemia deve essere attentamente monitorato, soprattutto durante il primo mese di terapia con ACE inibitori.

Durante l'esecuzione di interventi chirurgici estesi o utilizzando anestetici generali con un effetto antipertensivo, i pazienti che assumono ACE inibitori possono verificarsi una eccessiva diminuzione della pressione sanguigna. In questi casi è possibile aumentare la BCC.

Quando si utilizza il farmaco Capoten, si può osservare una falsa reazione positiva quando si analizza l'urina per l'acetone. Impatto sulla capacità di guidare veicoli e gestire i meccanismi Durante il periodo di trattamento è necessario astenersi dal guidare veicoli a motore e praticare attività potenzialmente pericolose che richiedono una maggiore concentrazione di attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie. eventualmente vertigini, soprattutto dopo aver preso la dose iniziale.

Gravidanza e lactemia

L'uso del farmaco Capoten è controindicato in gravidanza.

Il farmaco Capoten non deve essere usato nel primo trimestre di gravidanza. Non sono state condotte opportune sperimentazioni controllate sull'uso di inibitori ACE in donne in gravidanza. I limitati dati disponibili sugli effetti del farmaco nel Periodo I indicano che gli ACE-inibitori non porta a malformazioni fetali associati fetotossici. L'evidenza epidemiologica sul rischio di teratogenicità a seguito dell'esposizione ad ACE inibitori nel I trimestre di gravidanza non ha dato risultati conclusivi; tuttavia un lieve aumento del rischio non può essere escluso. Se l'inibitore è ritenuto necessario, pazienti che stanno pianificando una gravidanza devono essere convertiti in terapia antiipertensiva alternativa, avente profilo di sicurezza per l'uso durante la gravidanza.

È noto che l'esposizione prolungata a ACE inibitori nel frutto durante II e III trimestre di gestazione può portare alla rottura del suo sviluppo (riduzione della funzione renale, oligoidramnios, rallentamento ossificazione delle ossa del cranio) e lo sviluppo delle complicazioni nel neonato (come l'insufficienza renale, ipotensione, iperkaliemia) . Se il paziente ha ricevuto il farmaco Capoten nel II e III trimestre di gravidanza, si raccomanda di condurre gli ultrasuoni per valutare lo stato delle ossa del cranio e la funzione renale fetale.

L'uso di ACE-inibitori in gravidanza può causare disturbi dello sviluppo (tra cui ipotensione, ipoplasia del cranio neonatale, anuria, insufficienza renale reversibile o irreversibile) e la morte del feto. Quando si stabilisce il fatto di gravidanza, il farmaco Capoten dovrebbe essere sospeso il più presto possibile.

Circa l'1% della dose accettata di captopril si trova nel latte materno. A causa del rischio di reazioni avverse gravi nei bambini, dovrebbe interrompere l'allattamento o annullare la terapia con il cappuccio della madre sull'allattamento al seno.

Applicazione nell'infanzia

Controindicato l'uso del farmaco in pazienti di età inferiore a 18 anni (efficacia e sicurezza non stabiliti).

In caso di violazioni della funzione renale

Controindicato l'uso del farmaco in gravi violazioni della funzione renale. Con cautela dovrebbe prescrivere il farmaco per le violazioni della funzione renale.

Con violazioni della funzione epatica

Controindicato l'uso del farmaco in gravi violazioni della funzione epatica. Con cautela dovrebbe prescrivere il farmaco per le violazioni della funzione epatica.

Termini e condizioni di stoccaggio

Il farmaco deve essere conservato fuori dalla portata dei bambini, luogo asciutto ad una temperatura non superiore a 25 ° C. Durata di conservazione - 5 anni.

Feticismo

Feticismo (dal francese "fetiche" - un idolo, un oggetto di culto, i suoi altri nomi - idolismo, simbolismo) - l'erezione di un culto di un certo oggetto e attrazione sessuale ad esso.

L'eccitazione sessuale si verifica quando si contempla una cosa appartenente al sesso opposto, ad esempio biancheria intima, collant, calze, scarpe o altri indumenti, fazzoletti, ciocche di capelli e simili. Alcuni feticisti hanno determinati requisiti per l'oggetto di attrazione - l'oggetto deve avere determinate proprietà italia meds.

L'essenza del feticismo sta nel fatto che nei feticisti, l'eccitazione sessuale e soprattutto il rapporto sessuale è possibile solo se c'è un feticcio. Il feticismo può esistere in due versioni. Con la prima opzione, la soddisfazione sessuale è possibile e realizzabile solo in presenza di un feticcio, con la sua reale esistenza. Con la seconda opzione, l'eccitazione e la soddisfazione sessuale sono già possibili nella presentazione di un oggetto che funge da feticcio per la fantasia e la sua immaginazione.